Generativita(s). La responsabilità di essere figlie e figli

C.Ottaviano, Generativita(s). La responsabilità di essere figlie e figli, Lubrina Editore, Bergamo 2016


Trepidamente intrepida, Cristiana Ottaviano, come un’aggiornata mitica Lilith, si addentra nelle ombre affollate della evoluzione dei generi e delle mutevoli relazione tra maschile e femminile nella spirale della contemporaneità. In questo ‘letto di ortiche e mimosa’ (F. De André) cerca il soffio eterno e intermittente della generatività, desiderio di ciascun essere umano di provarsi al di là del proprio limite, premiando scelte consapevoli (alternativa a rassegnati destini pre-scritti) dell’andare ‘oltre’ ciò che cultura e storia hanno perimetrato. È una ricerca affascinante perché contagiata dalla vita: l’autrice si svela (donna, figlia, madre, intellettuale, militante, esploratrice commossa dell'io e del noi) nello stile che intesse logos ed eros. Indaga con metodo rigoroso e coraggio appassionato, rilegge la storia di un pensiero chiamato dall’oggi a dare corpo al corpo, moto al cuore, trasparenza al mistero. E a chi legge offre l’abbraccio generoso di uomini e donne incontrati/e nel cammino: sofferte e differenti narrazioni del vivere e sperimentare ruoli, relazioni, legami, abissi e slanci di quell’umano plurimo, troppo a lungo celato, perduto e atteso. Parole, sogno, mente e sangue, amore di donna, non solo per donne, generante. (G.M.)



Torna

Cerchi altre informazioni ?

Contattaci subito per avere informazioni e approfondimenti.